Unione europea

Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Unione europea (disambigua). L'Unione europea (abbreviata in UE o Ue, pron. /ˈue/) è un'organizzazione internazionale politica ed economica a carattere sovranazionale, che comprende 28 paesi membri indipendenti e democratici d'Europa. La sua formazione venne anticipata dal trattato di Roma del 25 marzo 1957, la sua denominazione e struttura attuale al trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992 (entrato in vigore il 1º novembre 1993), e l'istituzione ufficiale al 2002 con l'avvento della valuta unica ed il successivo trattato di Lisbona, dopo un lungo percorso intrapreso dalle Comunità europee precedentemente esistenti e attraverso la stipulazione di numerosi trattati, che hanno contribuito al lungo processo di integrazione europea. Le sue funzioni politico-economiche la rendono simile a una federazione di stati (per es. per quanto riguarda gli affari monetari o le politiche ambientali), mentre in altri settori l'Unione è più vicina a una confederazione (mancando di una politica interna e politica industriale comuni) o a un'organizzazione politica sovranazionale (come per la politica estera), regolata a livello giuridico dal diritto comunitario con il suo ordinamento giuridico e al vertice la Costituzione Europea. Essa garantisce infatti la libera circolazione di persone, merci, servizi e capitali all'interno del suo territorio attraverso un mercato europeo comune (ad es. senza dazi doganali) e la cittadinanza dell'Unione europea, mira alla stabilità politica, alla coesione sociale e territoriale tra gli stati membri e alla crescita economica, favorendo il progresso scientifico e tecnologico, cercando di attenuare le differenze socio-economiche tra i vari stati membri e incrementarne il benessere socio-economico, promuovendo la pace, i valori sociali e il benessere dei suoi popoli, lottando contro l'esclusione sociale e la discriminazione. Le competenze dell'Unione spaziano dunque dalle politiche economiche (agricoltura e commercio) con una politica agraria comune e la presenza di fondi strutturali per il raggiungimento degli obiettivi socio-economici preposti, agli affari esteri con una politica estera comune, alla difesa e alla protezione ambientale, con ciascun stato membro che concorre al bilancio comunitario in misura diversa, mantenendo la propria sovranità nazionale (ad es. politica interna) a mezzo dei rispettivi parlamenti e governi nazionali. Le politiche di unione economica e monetaria dell'Unione europea hanno portato nel 2002 all'introduzione di una moneta unica, l'euro, attualmente adottato da 19 stati dell'Unione, che formano la cosiddetta eurozona, con una politica monetaria comune regolata dalla Banca centrale europea (BCE). Il 12 ottobre 2012 è stata insignita del premio Nobel per la pace, con la seguente motivazione: «per oltre sei decenni ha contribuito all'avanzamento della pace e della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani in Europa». Viene considerata come una potenziale superpotenza.

Parole

Questa tabella mostra l'utilizzo di esempio di elenchi di parole per l'estrazione di parole chiave dal testo sopra.

ParolaFrequenza delle paroleNumero di articolinumero di articoliRilevanza
politica10114020.112
europea990980.106
dell'unione543230.067
unione463670.05
sovranazionale2650.046

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website. Learn more. Got it.